Sei un nuovo utente ?

CENTRO STUDI

Info
“Piano Spagnolo”: ripartiti i 500 milioni per gli investimenti dei comuni
3 Febbraio 2020 

La Legge di Bilancio per il 2020 (L. 160/2019) all’art. 1, comma 29, prevede l’assegnazione a favore dei comuni di 500 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020-2024 per la realizzazione di opere pubbliche in materia di efficientamento energetico e di sviluppo territoriale sostenibile, tra le quali l’adeguamento e la messa in sicurezza di scuole, edifici pubblici, patrimonio comunale e abbattimento delle barriere architettoniche.

Con Decreto del Ministero dell’Interno del 14 dicembre 2020, pubblicato nella G.U. n.13 del 17/01/2020, le risorse sono state assegnate in base alla dimensione demografica dei comuni:

  • 50.000 euro per ciascuno dei comuni con popolazione inferiore o uguale a 5.000 abitanti;
  • 70.000 euro per ciascuno dei comuni con popolazione tra i 5.001 e 10.000 abitanti;
  • 90.000 euro per ciascuno dei comuni con popolazione tra i 10.001 e 20.000 abitanti;
  • 130.000 euro per ciascuno dei comuni con popolazione tra i 20.001 e 50.000 abitanti;
  • 170.000 euro per ciascuno dei comuni con popolazione tra i 50.001 e 100.000 abitanti;
  • 210.000 euro per ciascuno dei comuni con popolazione tra i 100.001 e 250.000 abitanti;
  • 250.000 euro per i comuni con popolazione superiore a 250.000 abitanti.

Al fine di agevolare la programmazione pluriennale delle opere da realizzare con i contributi previsti, il Ministero dell’Interno, con decreto del 30 gennaio 2020, ha provveduto ad assegnare anche le risorse stanziate per gli anni 2021-2024 confermando la stessa ripartizione del 2020.

I contributi assegnati per gli anni 2020-2024 dovranno essere impiegati per finanziare uno o più interventi, a condizione che l'opera non sia integralmente finanziata da altri soggetti e che l'intervento sia aggiuntivo rispetto alla programmazione triennale dell'ente.

Analogamente allo scorso anno, è previsto un termine per l’inizio dei lavori, il 15 settembre di ciascun anno di riferimento, decorso il quale, in caso di mancato avvio o di parziale utilizzo, i contributi non impegnati, verranno revocati e riassegnati.

In allegato sono disponibili i decreti del Ministero dell’Interno 14 dicembre 2020 e 30 gennaio 2020, la tabella riepilogativa con la ripartizione regionale, le tabelle regionali contenenti la ripartizione comunale dei fondi e uno schema di comunicato stampa per sollecitare enti e imprese a cogliere le nuove opportunità di investimento.

Inoltre, è disponibile il dossier stampa contenente i prinpali riscontri sul territorio dell'azione Ance per il rilancio degli investimenti locali.

 

 VAI AL DOSSIER