Sei un nuovo utente ?

FISCALITÀ

Info
Covid_19 – DL “Cura Italia”: il punto dell’ANCE sulle nuove misure fiscali
20 Marzo 2020 

Proroga dal 16 al 20 marzo dei versamenti fiscali, salvo che per le imprese con ricavi sino a 2 milioni di euro che hanno tempo sino a maggio per effettuare i versamenti dell’IVA, ritenute fiscali, contributi previdenziali, assistenziali e premi per l’assicurazione che scadono tra l’8 ed il 31 marzo 2020.

Sospensione per tutti i contribuenti dei termini degli adempimenti tributari e dei versamenti derivanti da cartelle di pagamento, avvisi di accertamento e di addebito, nonché dell’attività di accertamento dell’Agenzia delle Entrate.

Proroga, inoltre, dei termini per le assemblee delle società con incidenza sull’obbligo di nomina dei sindaci nelle s.r.l..

Queste sono alcune delle misure fiscali d’interesse per il settore delle costruzioni adottate, per far fronte all’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus, dal Decreto Legge 17 marzo 2020, n.18, cd “Decreto cura Italia”, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 70 del 17 marzo 2020 ed in vigore dalla medesima data.

Il Provvedimento, assegnato alla Commissione Bilancio del Senato  (DDL 1766/S) si aggiunge alle ulteriori misure già varate dal Governo in materia fiscale[1].

Per una visione completa delle misure fiscali d’interesse contenute nel testo del Decreto Legge l’ANCE ha predisposto un Dossier riepilogativo contenente anche i primi documenti prodotti dall’Agenzia delle Entrate.

Disponibili, inoltre, alcune Schede illustrative messe a punto dall’Agenzia delle Entrate sui principali contenuti del provvedimento.

 

[1] Cfr. il Decreto del MEF 24 febbraio 2020 ed ANCE “Covid-19: sospensione degli adempimenti tributari nelle zone rosse” - ID n.38674 del 27 febbraio 2020, ed il Decreto Legge 2 marzo 2020, n.9, in corso di conversione in legge, vedi ANCE “Covid – 19: un Decreto Legge a sostegno di imprese e famiglie nelle zone rosse” - ID n.38754 del 3 marzo 2020.