Sei un nuovo utente ?

IN PARLAMENTO

DDL “Concretezza”:via libera dal CdM al primo disegno di legge collegato alla legge di bilancio 2019
26 Ottobre 2018 - XVIII legislatura 

Il Consiglio dei Ministri, nella seduta del 25 ottobre u.s. n. 25, ha approvato, tra l’altro, i seguenti provvedimenti: 

-un disegno di legge che prevede interventi per la concretezza delle azioni delle pubbliche amministrazioni e la prevenzione dell’assenteismo (disegno di legge collegato alla legge di bilancio 2019). L’obiettivo è quello di individuare soluzioni concrete per garantire l’efficienza della pubblica amministrazione, il miglioramento immediato dell’organizzazione amministrativa e l’incremento della qualità dei servizi erogati ai cittadini.

Il disegno di legge, in particolare, prevede l’istituzione, presso il Dipartimento della funzione pubblica, del “Nucleo delle azioni concrete di miglioramento dell’efficienza amministrativa” (Nucleo della concretezza), che avrà una funzione di supporto dell’attività delle pubbliche amministrazioni. Il Nucleo verificherà l’attuazione delle disposizioni in materia di organizzazione e funzionamento delle pubbliche amministrazioni e potrà individuare eventuali azioni correttive;

 

-un regolamento, da attuarsi mediante decreto del Presidente della Repubblica, che introduce disposizioni relative alla definizione della struttura del piano dei conti integrato delle amministrazioni centrali dello Stato, ai sensi dell’art. 38-ter della L. 196/2009;

 

-un regolamento, da attuarsi mediante decreto del Presidente della Repubblica, che modifica il regolamento di esecuzione e attuazione del nuovo Codice della strada al fine di adeguare la normativa vigente all’introduzione del documento unico di circolazione e di proprietà per i veicoli assoggettati al regime dei mobili registrati;

 

- un regolamento, in esame preliminare, da attuarsi mediante decreto del Presidente della Repubblica, che introduce nuove norme sui certificati medici attestanti l’idoneità psicofisica dei conducenti di veicoli a motore;

 

Il Consiglio dei Ministri, infine, ha esaminato alcune leggi regionali nell’ambito delle quali ha, in particolare, deliberato di non impugnare, tra l’altro, le seguenti:

-il Testo di deliberazione statutaria Regione Toscana pubblicato sul Bollettino ufficiale regionale n. 43 del 26/09/2018, recante “Testo di deliberazione statutaria della Regione Toscana approvato a norma dell’articolo 123, secondo comma, della Costituzione. Disposizioni in materia di sviluppo sostenibile ed economia circolare. Modifiche agli articoli 3 e 4 dello Statuto”;

 

-la legge della Regione Liguria n. 16 del 06/09/2018, recante “Modifiche alla legge regionale 3 dicembre 2007, n. 39 (Programmi regionali di intervento strategico (P.R.I.S.) per agevolare la realizzazione delle grandi opere infrastrutturali attraverso la ricerca della coesione territoriale e sociale. Modifiche alla legge regionale 3 dicembre 2007, n. 38 (Organizzazione dell’intervento regionale nel settore abitativo)”.