Sei un nuovo utente ?

PROGETTAZIONE

Info
Quinto Conto Energia fotovoltaico – aperto il secondo Registro
28 Marzo 2013 
E’ aperto il secondo Registro per gli impianti fotovoltaici che intendano accedere agli incentivi statali previsti dal D.M. 5 luglio 2012 (il cosiddetto Quinto Conto Energia).
 
Il bando per l’iscrizione al Registro è stato pubblicato sul sito del GSE ed è allegato alla presente nota.
 
E’ possibile iscrivere al Registro gli impianti fotovoltaici che non ricadono tra le seguenti tipologie, elencate all’art. 3, comma 1, del suddetto decreto (tipologie che possono invece accedere direttamente agli incentivi):
 
-       impianti fotovoltaici di potenza fino a 50 kW realizzati su edifici con moduli installati in sostituzione di coperture su cui è operata la completa rimozione dell’eternit o dell’amianto;
-       impianti fotovoltaici di potenza non superiore a 12 kW, inclusi gli impianti realizzati a seguito di rifacimento;
-       potenziamenti che comportano un incremento della potenza dell'impianto non superiore a 12 kW;
-       impianti fotovoltaici con caratteristiche innovative integrati sugli edifici, impianti fotovoltaici a concentrazione eimpianti fotovoltaici realizzati da Amministrazioni Pubbliche mediante procedure di pubblica evidenza, fino al raggiungimento di un tetto di spesa cumulata per gli incentivi fissato pari a 50 milioni di euro per ciascuna delle stesse tipologie;
-       impianti fotovoltaici di potenza superiore a 12 kW e non superiore a 20 kW, inclusi gli impianti realizzati a seguito di rifacimento e i potenziamenti che comportano un incremento della potenza dell'impianto non superiore a 20 kW, che richiedono una tariffa ridotta del 20% rispetto a quella spettante ai pari impianti iscritti al Registro.
 
Possono essere iscritti anche gli impianti entrati in esercizio in data antecedente al 27 agosto 2012, fermo restando che l’entrata in esercizio dell’impianto non costituisce criterio di priorità.
 
L’iscrizione al Registro è possibile esclusivamente tramite l’Area Clienti del GSE (https://applicazioni.gse.it/GWA_UI/) secondo le modalità indicate nelle Regole applicative e nella Guida all’applicazione web FTV – SR, entro le ore 21:00 del 17 maggio 2013, fatto salvo il raggiungimento del costo indicativo cumulato annuo di 6,7 miliardi di euro.
 
Si sottolinea che, prima di inviare la richiesta di iscrizione al registro, il soggetto responsabile deve corrispondere al GSE un contributo per le spese di istruttoria - pena l’esclusione della richiesta di iscrizione - pari a 3 € per ogni kW di potenza nominale dell’impianto, per impianti fino a 20 kW, e a 2 € per ogni kW di potenza eccedente i 20 kW. Le modalità di corresponsione sono definite nelle Regole applicative per l’iscrizione ai registri e per il riconoscimento delle tariffe incentivanti.
 
L’ammissione in graduatoria sarà consentita entro il limite di costo di 70,46 milioni di euro, determinato secondo quanto previsto dall’art. 3, comma 3, del decreto, fermo restando che il GSE, all’atto della formazione della graduatoria, ammetterà gli impianti sino a concorrenza del costo indicativo cumulato annuo di 6,7 miliardi di euro.
 
La graduatoria è redatta applicando, in ordine gerarchico, i criteri di priorità indicati all’art. 4 del decreto.
 
La graduatoria – che non è soggetta a scorrimento in caso di decadenze/rinunce - sarà pubblicata sul sito internet del GSE entro 20 giorni dalla data di chiusura del Registro.
 
Sono ammessi alle tariffe incentivanti gli impianti iscritti nel Registro in posizione utile, purché entrino in esercizio entro un anno dalla data di pubblicazione della graduatoria.
La tariffa incentivante spettante è quella vigente alla data di entrata in esercizio dell’impianto, fatta eccezione per i casi indicati all’art. 5, comma 5, del decreto.